marketing

Svegliati Moca chiama!

1 Ago , 2007  

Inizia alle 6 anche la giornata di oggi. A letto alle 2 e dopo, mi sembra 4 ore e qualcosa, la sveglia suona. Un’altra giornata nuova di zecca di lavoro. Doccia colazione e in entrambi sbaglio il dosaggio. Con troppa schiuma addosso bevo un latte con troppo Nesquick. Denti, vestiti e via fuori all’aria aperta. Ritorno in casa e mi metto le scarpe. Ok adesso ci siamo, posso andare a prendere il treno.
Un’ora e mezza di viaggio in pieno e totale abbiocco, incentivato dalle canzoni della Pausini uscenti (urlanti) dal mio auricolare.
Oggi sarà dura connettere.
Sono quelle tipiche giornate che fanno passare un cliente dall’essere contento del lavoro che hai fatto alla sua totale furia perchè qualcuno accidentalmente ha tagliato pezzi di articoli, accidentalmente omesso altro. Perciò, cari colleghi oggi, diamoci un occhio. In somma, teniamoci d’occhio:)

Il motivo della spossatezza?

Cena aziendale.

Formazione Moca:

Skipper: Lorenzo e Debora,
Timming: Nadia(il tempo è tenuto col tamburo),
Navigatore: Marco B.,
Tattici: Manuel (il gatto) e Marco Z. (la volpe),
Ai remi: Ale, lo stegista(..si inizia dal basso).

Si parte tutti verso le 18 per aperitivo con relativi sfizi come polpette con tutto dentro, patate e altra roba unta e diluita da spritz. Giusto una piccola divagazione: Il gatto dixit:” Dopo i trenta anni devi stare attento a quello che mangi”, la volpe dixit:” Sto diminuendo le porzioni”, Falsi, si sono bombati di cibo e fritto per tutta la sera.
Dopo l’aperitivo da me seguito solo in parte perchè l’alta(parte) era completamente distratta da un vestitino a fiori.. Proprio un bel vestito. E’ già. Ho avuto le conferme anche da parte di un cospiquo numero dell’ equipaggio.
Via andare, stufi del vassoio che tenavamo a turno in mano, nessuno si fidava di appoggiarlo sullo scooter li vicino, perchè dalle dimensioni della moto, abbiamo stimato (ad occhio) che il propietario doveva essere veramente grosso. Così si è poi dimostrato, si parte per il Norge. Marco (la volpe) fa notare che nell’ etimologia della parola No – Orge, quello sarebbe stato un locale tranquillo.
Seduti ordiniamo. E fin la tutto facile e tutto liscio.

Iniziano ad arrivare più che costate, sono arrivati pezzi di mucche intere. Costate gigantesche. Già mi gustavo la scena. Io sopra al mio bisteccone a brandire i resti come un vincitore dopo la battaglia. Tutti iniziano a mangiare e io aspetto. Bè per cucinare la “bestia” che mi dovrò mangiare ci vuole del tempo.

Tristezza e delusione! Piatto grande per una bistecca 10*5 alta al max 2 cm e very well done, ma well done forte.
Insoddisfazione, delusione, sconforto e derisione da parte dei colleghi che fotografavano il mio schitto. Insoddisfatto dal cenone (Dai che alla fine ho mangiato.. tanto pane), l’ ho buttata sul cabaret Web 2.0, e ci siamo divertiti. Il posto uno spettacolo soprattutto per il mega bidè situato proprio prima dell’ inizio delle fila dei tavoli, tutto per un maggiore confor al cliente.

Da rifare ma sta volta magari mangio qualcosina prima del ristorante.
Ciao figlioli.

By  


4 Commenti

  1. manuel ha detto:

    e nemmeno un link a moca?
    😉

  2. MOCA mi ha dato molto.. Eccovi il link MOCA Interactive

    e .. vissero felici e contenti

  3. PianoWiseGuy ha detto:

    PianoWiseGuy

    […] Megacool blog indeed. Thanks heaps for this! if anyone else has anything, it would be much appreciated.. HOT! Piano Links 🙂 Enjoy!

  4. Il nostro stagista: One man show ha detto:

    […] Qui il link al suo blog e qui il link al racconto di martedì…preparate i fazzoletti, nonchè le foto della cena! […]

Lascia un commento

Iscriviti al blog tramite e-mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: