Il mondo secondo me

“N” Sagre per “N” birre!!

29 Lug , 2007  

E’ iniziato così il tanto atteso giorno di riposo domenicale. Sveglia tarda perchè la cena della sera precedente è finita in netto e piacevole ritardo(ancora complimenti al dottor Riccardo Scandolo), monto nella mitica punto blu che ormai è diventata un magazzino mobile a causa di quelli di bellunolanotte, e vaddo a prendere il mio amico, sperando di non trovarlo tutto ignudo come mamma l’ha fatto a prendere il sole bello oliato come se fosse la braciola prima della grigliata. Ovvio il mio ritaro di circa 1 ora ma avevo dei problemi con il blog. Va bè.. dove si va a mangiare? Alla festa de l’unità poco distante da la.

Relax è la parola d’ordine. Al banco veniamo acolti da una tipa di colore con la maglietta verde, bella chiazzata sotto le ascelle(mamma mia), ma la cosa più strana è stata sentire chiederci:”Tolè cosa tosat?”, in pieno dialetto Veneto:).
Arriva così anche il primo giro di birre medie che per dire la verità è andato giù. Pastin, polenta, capuz, patate… Belin bisogna avere qualcosa che frizza per sturare.

La sagra proseguiva con i suoi tempi e ritmi scanditi dal “Vecio”, il musicista da noi soprannominato così, che con i suoi 80 anni cantava e se la rideva di più di noi. Si aprono le danze con ballerini improvvisati e cantanti ancora più improvvisati. Tutti stonano, perfino le casse del musicista fischiano ma il “fastidio” non era di casa.

Faccio per allontanami dal tavolo e che ti trovo li?? Un’ altra birra nuova di zecca!! Il mio amico aveva ben pensato di ordinarne altre due. Dannazione non ne avevo proprio voglia ma, non si beve mai da soli.

Per le donne vige la regola:”In bagno sempre in due”, per l’uomo la regola trasla sul bere. Ma io non ne avevo voglia!!! Anche perchè la birra non è che mi garbi. L’immagine che ho del bevitore di birra è di un vecchio con camicia corta tirata al massimo dalla pancia strabordante col bottone che urla pietà. Non è il massimo. Qundo bevo birra sento la pancia che si gonfia e tira tantissimo. Una sensazione veramente bruttissima. Comunque non crediate che l’abbia bevuta tutta, un pò per volta quando il friend si distraeva a veder la colombiana ballare gli versavo dei cichetti nel suo bicchiere. Ecco fatto, 1 a 0 per me.

Via andare è ora di passare in altri posti e di scacciare le numerose vespe introdottesi nella mia macchina. Seconda tappa, seconda sagra. Tempo di viaggio utile: 5 min netti e spaccati!! Questa volta veniamo accolti da un vecchio carico che col suo bastone da sostegno più che bastone da passeggio, ci spara addosso, urlandoci tedeschi, tedeschi(la birra altera i pensieri). Mi distraggo giusto un attimo ad ossservare quanto fosse lungo un cane che BlaM!! Birrona media fra le mie mani, gentilmente offerta dal mio caro amico!! Dannazione, la vuoi smettere di darmi da bere?!! Sono arrivato a berne quasi metà osservando il rinomatissimmo torneo di calcetto balilla, combattutissimo. Il premio era l’onore del Paese e qualche chilo in salame ed affetati vari. I giocatori hanno dato il cuore per vincere ma c’era il king.. Quello che dalle nostre parti viene definito “lè lù”, ossia “è lui”. Indica il “personaggio del Paese”, la macchietta. Dovevate vedere l’espressioni della faccia che faceva mentre vinceva il torneo. Impressionante, la muscolatura facciale era tutta contorta. Sudore a fiumi e via andare mi vince il torneo. Subito premiato da una bella birra fresca servita e scolata in un batti baleno.

E così me ne torno a casa. Credo che sta sera non cenerò alla sola idea di quei bicchieri di plastica con dentro birre stra gassata mi viene la nausea. Rimane il fatto che mi son divertito. Caspita, quel cane era veramente lungo e il nonno col bastone era veramente carico…

Vi lascio in compagnia di un sito veramente particolare e a tema:

http://www.labottegadellabirra.it/

Ti è piaciuto il post? Votami su: Google Plus

By  


10 Commenti

  1. The Barzottish ha detto:

    Cosa dire? Come commentare pagine già così ricche di stupidaggini e frivolezze? Non saprei… Certo rimango basito ed attonito di fronte a tanto grande incapacità di bere, di fronte agli insulti al dialetto veneto che un minchione, guaglione immigrato come chi scrive queste righe, riesce a concepire e formulare! Rimango senza parole anche leggendo le critiche dure e del tutto ingiustificate che la stessa persona, questo giuda filisteo, riesce a portare alla bibita per eccellenza, all’unica cosa buona che il clero, per mano dei cappuccini sia riuscito a produrre: la birra! Costui pegherà per quello che ha scritto! Pagherà per mano di quel amico che ha tentato di fregare, a cui ingatamente ha restituito il regalo più bello che uno di noi possa fare a uno di noi: una media! Ma non solo… Egli, il traditore, l’ingrato, il terrone, pagherà anche per mano di tutti gli altri autoctoni… Hai insultato la birra, il dialetto veneto, lo spirito del regalo (e quindi quello del Natale, che si sà, quando arriva arriva… Un po’ come te che sei sempre in ritardo… lui però è in anticipo a volte… Ma questi sono temi difficili!)… Non la farai franca in ogni caso!
    Non dormire sogni tranquilli… LA PAGHERAI CARA!

  2. The Barzottis ma che razza di nomignolo hai scelto???

    Relativamente al post, questo non voleva essere una critica alla cultura veneta ma un mio sfogo sul fatto che non ho i vosrti standard. Sono del parere che uno beve perchè ha sete ma placata questa … che bevo a fare!! Avete delle medie da me irraggiungibili.

    sul dialetto, la cosa sfiziosa era che veniva pronunciato da una tipa che a stendo parla l’italiano e trova più facile imparare il dialetto che l’italiano… va bè, dipende anche da dove vivi.

    Relativamente a te Sandro …ops Mr. Barzottis, posso dire solo che sei un pazzo!!

  3. The Barzottish ha detto:

    Vaaa avanti però…. Va avanti! Lavora… (da leggere co intonazione Munitello)

  4. Daaaaccordo..Vaaabene

  5. AmerigoVespucci ha detto:

    Non si versa la birra nel bicchiere degli altri!!! MALE MALE!!

  6. E’ una congiura. Tutti contro di me!!.. comunque se non lo scrivevo nessuno se ne sarebbe accorto che ho versato la birra nel bicchiere del compare….

  7. h8 ha detto:

    Se non riesci a finire una birra media sei una persona inutile. Poi versarla di nascosto nel bicchiere di un amico è come rubare. 1 a 0 per te? Sì ma nel campionato della vergogna.

  8. Alessandro ha detto:

    L’alcol come legante sociale?

  9. gamba di legno ha detto:

    ….ahhh bravo, bravissimo anzi….
    non riuscivo a capire perchè nel tardo pomeriggio cominciava a girarmi la testa, non mi pareva di aver bevuto tanto, ora è tutto più chiaro….
    la vigliaccheria non ha limiti, vero caro compare di bevute??? (dovrei dire finte bevute, almeno per quanto riguarda te)…
    cmq complimenti per il blog, almeno ti sei messo a fare qlc, spero solo non ti paghino per star davanti al pc a non fare un cazzo come è tua consuetudine.
    quando riuscirò a decifrare lo squilibrio tuo e del caro amico Barzottish nei commenti del “non provarci con me ma parlami” vi dirò la mia opinione, ma penso non sarà facile….
    e ricordati….questo è futuro!!!

  10. Alessandro ha detto:

    Questo è futuro!! Effettivamente ho un pò barato ma è stato troppo divertente vederti sempre più “paonazzo” e “biascicante”:)

    Il blog è apeto a tutti. Quindi mi aspetto anche impegno da parte tua, caro vecchio e zoppo Alex….. Inizia a farti l’account in flickr che poi lo inseriamo nel blog. Per adesso ti lascio ad un link di foto MOOOlto simpatiche..Ciao figliolo

    Moca time:foto di Ale nella cena aziendale

Lascia un commento

Iscriviti al blog tramite e-mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: