marketing

Il cliente è sempre meno fedele

3 Ago , 2018  

I contesti di mercato per le imprese, oggi sono diventati mutevoli, globali e estremamente competitivi. I mercati presentano sempre più attori coinvolti, infinite offerte di prodotti succedanei e una pressione di marketing esagerata che sottomette i consumatori a un eccesso di stimoli. Le imprese che vogliono sopravvivere devono adattare il loro modello di business, a tutti questi mutamenti. Oggetto d’analisi dell’articolo è la sola funzione comunicazione, per giungere a presentare una proposta di aggiornamento.

In questi anni quello che si nota è un aumento del grado di abbandono del cliente al brand aziendale. Le imprese hanno iniziato a capire come il cliente non “sia per la

tasso di fidelizzazione del cliente

tasso di fidelizzazione del cliente

vita” infatti, il tasso di fidelizzazione del cliente si è notevolmente ridotto. Rimane però stabile un’antica regola del marketing relazionale: “Costa di più dar vita ad un nuovo cliente, che mantenerne in vita uno già esistente”.

 

 

 

 

costa di più dar vita ad un nuovo cliente che mantenerne in vita uno già esistente.

Ciò che si è sfaldato, con il passare del tempo, che ha creato questa “volatilità” nelle scelte dei consumatori, è la relazione fra la singola impresa e il consumatore. La causa è sicuramente l’eccessiva promozione e pubblicità, a cui tutti noi siamo sottomessi, che convince a cambiare idea nelle scelte e gusti d’acquisto a discapito della fedeltà.

La relazione come leva per la fidelizzazione del consumatore

Se le imprese iniziano a comprendere come è centrale la creazione di relazioni di valore con il consumatore, durante tutto il processo d’acquisto e post acquisto, scoprirà come il tasso di fidelizzazione può tornare ad aumentare. Il marketing relazionale spiega come instaurare, un rapporto di relazione azienda-cliente, di valore.

È il marketing relazionale che spiega come instaurare un rapporto di relazione azienda-cliente, di valore.

Il web come luogo di relazioni

Di suo, il Web, è un luogo virtuale di relazioni. Esso consegna all’utente tutta una serie di strumenti che gli consentono di dar vita e protrarre nel tempo relazioni non solo di tipo “one to one” ma soprattutto di tipo “one to many” e “many to many”. Il Web, con i suoi strumenti, è utili alle imprese proprio per seguire il cliente nel arco dell’intero processo di acquisto e anche dopo che l’acquisto è avvenuto. Il Web è il luogo che può essere sfruttato proprio per creare, mantenere e monitorare la relazione con i clienti.

Il Web è luogo virtuale di relazioni che l’impresa può sfruttare per creare, mantenere e monitorare le relazioni con i clienti.

Il processo d’acquisto è il nocciolo della questione

Abbiamo introdotto un temine per il quale vale la pena di un ulteriore approfondimento: il processo d’acquisto. Con il termine “processo d’acquisto” si intendono

 

[Il processo d’acquisto è il nocciolo della questione … prossimo post, prossimi giorni, ritorna a trovarci]

 

Se sei interessato ad approfondire il tema, scarica la guida:”Come aggiornare la funzione comunicazione in azienda con la social network analysis

 

In sintesi
tasso di fidelizzazione del cliente
Titolo
tasso di fidelizzazione del cliente
Descrizione
Il tasso di fidelizzazione del cliente si sta erodendo. Come le imprese possono correre ai ripari perché costa di più dar vita ad un nuovo cliente che mantenerne in vita uno già esistente.
Autore

By  


Lascia un commento

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: